Un vino con caratteristiche di verticalità e freschezza

Scheda degustazione Cuvèe 1564 Millesimato 2014

Nome

Franciacorta Cuvèe 1564 Millesimato 2014

In Vigna

Cuvée 1564 nasce da uve Erbamat (40%), vitigno autoctono della Franciacorta, Chardonnay (30%) Pinot Nero (30%). Rispetto a Chardonnay e Pinot Nero, l’Erbamat si presenta con un grappolo dalle dimensioni più importanti e si configura come un vitigno a maturazione tardiva. La vendemmia, infatti, avviene circa un mese dopo rispetto alle altre varietà.

In cantina

L’uva viene pressata intera e la resa tendenzialmente non supera il 50%. La fermentazione e il successivo affinamento avvengono in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata; successivamente i vini vengono mantenuti sulle fecce fino all’arrivo della primavera successiva. Grazie al controllo delle temperature, non viene effettuata la fermentazione malolattica. L’affinamento in bottiglia è di almeno 48 mesi.

In Degustazione

Colore giallo paglierino con riflessi verdognoli. Al naso presenta un raro equilibrio nei profumi, nel quale la delicatezza dei fiori bianchi si sposa perfettamente con i sentori della frutta tropicale; si evidenzia anche una spiccata nota agrumata. Al palato emerge la nota acida del vitigno Erbamat, suo tratto distintivo. Buona persistenza e finale minerale.

Plus

L’Erbamat è un vitigno molto interessante che presenta caratteristiche ideali per la vinificazione delle basi spumanti. Grazie alle sue particolari peculiarità, l’Erbamat risulta essere un vitigno destinato a lunghi affinamenti, garantendo un prodotto che avrà una buona evoluzione nel tempo. La riscoperta di questo vitigno valorizza ancor di più il territorio franciacortino, finora legato a soli vitigni internazionali. Un ulteriore valore aggiunto è rappresentato dalla conservazione della componente malica: tale processo conferisce a questo vino caratteristiche di verticalità e freschezza.

Abbinamenti

Perfetto con antipasti a base di salumi tipici del territorio come, ad esempio, il salame di Montisola e la Ret. Si sposa egregiamente con piatti a base di pesce di lago come la tinca al forno, il pesce persico o il luccio.